Weingut ℘Vigneto
  Pitsch am Bach
          Erbhof
            S. Giustina
Galeria Foto
Vini
Vigneto
Scheda Vini
Contatti
aB IMO pectore
S. Giustina 10 | 39100 Bolzano | Alto Adige
+39 | 0471 | 973004 | +39 | 331 102 6478
DE

Le quattro Denominazioni


VDT (Vino da Tavola)

IGT (Indicazione Geografica Tipica)

DOC (Denominazione di Origine Controllata)

DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita)

  weinverkauf(et)pitsch-am-bach.it
Pitsch am Bach Bolzano Alto Adige"
Tenuta

I vini DOCG rappresentano prodotti di particolare pregio e rinomanza; possono essere indicati con tale acronimo solamente se sono stati DOC per almeno 5 anni. Questi prodotti sono soggetti a rigidi controlli ed ogni  imbottigliamento viene sottoposto ad analisi accurate. Ciascuna bottiglia porta una fascetta numerata. La DOCG è stata concessa per prima al Vino Nobile di Montepulciano seguito da Barolo, Barbaresco e Brunello di Montalcino nel 1980, mentre il primo bianco a godere della denominazione fu l’Albana di Romagna nel 1987. Ad oggi ne esistono 72.

La denominazione DOC deve essere richiesta dai produttori ad un comitato nazionale che certifichi le tradizionali caratteristiche della zona in questione. Quindi si va a identificare un vino prodotto con uve e metodologie caratteristiche di quell’area. Una commissione particolare inoltre ha l’obbligo di controllare il prodotto durante e dopo la produzione. Nel 1966, Frascati e Ischia sono state le prime DOC ad essere istituite. Esistono 341 vini DOC

Indicazione Geografica Tipica IGT (ovvero IGP)

Introdotta nel 1992, questa denominazione è utilizzata per definire i prodotti vinicoli provenienti da un’area geografica specifica, grande come una regione o provincia, o limitata ad una frazione comunale. I vini IGT, che ad oggi ne esistono 120, devono rispettare un disciplinare di produzione